Come preservare gli arredi in legno durante il trasloco

Il trasloco è spesso vissuto come un momento molto stressante per via delle numerose attenzioni che questo richiede. La maggior preoccupazione dei clienti è quella di smarrire i propri beni o peggio, trovarli rovinati una volta consegnati nella nuova abitazione.

Per questo grazie ai suggerimenti di una ditta traslochi Roma abbiamo pensato di focalizzarci sugli arredi in legno, i beni che più tra tutti andrebbero trattati con cura per farli giungere sani e salvi a destinazione. Innanzitutto occorre sempre affidarsi a ditte qualificate per evitare qualsiasi problema e, ovviamente, seguire i consigli che ti daremo qui di seguito se possiedi arredi in legno e vuoi proteggerli da urti e danneggiamenti.

Svuota sempre i mobili

Se devi spostare mobili in legno di qualsiasi genere dovrai sempre assicurarti che questi siano stati precedentemente svuotati. Per qualche cliente trasferire i mobili già riempiti con le proprie cose potrà sembrare un modo di risparmiare tempo ma la realtà è molto diversa. Innanzitutto i beni custoditi all’interno del mobile potrebbero danneggiarsi e poi renderebbero lo stesso ancora più pesante da spostare.

Inoltre lo svuotamento di cassetti e ripiani è sempre una buona occasione per fare decluttering, ovvero eliminare il superfluo e portare nella nuova abitazione solo ciò di cui abbiamo realmente bisogno. Questa attività è anche benefica per la nostra mente perché ci aiuta a liberarci delle cose inutili e a fare ordine senza contare che potrebbe diventare un’occasione per organizzare un mercatino e mettere da parte anche un bel gruzzoletto.

Insomma come consigliano spesso gli esperti la nuova casa dovrà essere l’occasione per ripartire da zero, evitando di riempire cassetti e ripiani di robaccia che rimane assembrata a prendere polvere. Cogli al volo questa opportunità e liberati del passato per fare spazio alle novità che ti porterà il futuro.

Etichetta sempre tutto e suddividi per stanze

Un’altra buona abitudine è quella di suddividere i tuoi beni per etichette, segnalando ai traslocatori tutto ciò che è fragile e che va maneggiato con cura. Per evitare di rovinare mobili e complementi in legno che potrebbero scheggiarsi o rompersi, quindi, usa delle etichette ben visibili e specifiche che saranno anche di aiuto a te per rifare ordine nella nuova casa.

Per i mobili molto antichi, invece, procedi ad imballaggi sicuri e ben progettati. Se procedi da solo ti serviranno carta da imballaggio, spaghi, nastro adesivo e polistirolo che userai per proteggere soprattutto le parti esterne come spigoli e facciate.

In ogni caso le etichette ti serviranno per riorganizzare i tuoi beni nella nuova casa e per dare più attenzioni a quelli fragili o da maneggiare con cura. Il segreto per finire in tempi rapidi il trasloco è quello di partire organizzati già dallo svuotamento dei locali.
Ecco perché etichette chiare e imballaggi suddivisi per stanza sono la vera chiave del trasloco di successo. Senza una distinzione dei tuoi beni, precedentemente liberati da tutto ciò che è futile, rischieresti di ritrovarti sommerso di cose da sistemare nella tua nuova abitazione!